I volti della luce

16 poesie tratte dalla raccolta “Ad occhi spenti” vengono qui recitate dall’autrice su 16 melodie di compositori francesi o irlandesi delle quali alcune sono musiche popolari celtiche che ben si confanno ai toni dei componimenti.

La scelta dell’arpa come accompagnamento della voce interpretativa è una scelta intrigante ed elegante che ha poi trovato effettiva e fattiva strada verso l’incisione del cd “I volti della luce” grazie a una bravissima arpista di Verona, Silvia Solfa.

Possiamo definirlo uno sposalizio ideale tra le melodie e i versi, il tutto divenuto un lavoro molto armonioso e sonoro, dove l’arpa non solo accompagna le parole ma gioca spesso un ruolo di controcanto alla poesia.

Un progetto davvero interessante che è stato sognato a lungo nella testa dell’autrice con l’intenzione di poter regalare poesia anche a coloro i quali non possono leggere, che ha goduto dei favori anche della Sala di incisione “Sotto il Mare Recording Studio” di Povegliano Veronese, nella figura del bravissimo e preparato Luca Tacconi, e soprattutto nel mixaggio che è stato poi ultimato dall’ “Eleven Mastering Studio” di Busto Arsizio proprio per l’interessamento di Andrea De Bernardi a questo insolito progetto.

Ecco qui alcune tracce:

Donna allo specchio   – Marelle n.10, Bernard Andrés

Crune d’ago – Spanish Blues, Gail Barber

Notte australiana   – Allemande, Jeanne-Marie Laruelle


La cantina degli artisti (31/07/2017)


Verona, tra musica e poesia esce il cd “I volti della luce” di Serena Vestene – Articolo “La Voce del Nisseno” (16/09/2017)